Strumenti compensativi per DSA e BES

Dislessia




Disgrafia

Disortografia

Discalculia

La dislessia è la difficoltà nella lettura: il lettore non riesce a leggere in modo adeguato, commette errori di lettura, è molto lento, è incapace di comprendere il testo e quindi di riferirlo.

DISLESSIA NEGLI
STUDENTI

Gli studenti dislessici hanno difficoltà nella lettura; confondono le lettere, confondono le parole tra loro, saltano da una riga all’altra, cambiano l’ordine delle parole all’interno della stessa riga ecc. Il disturbo della dislessia è un disturbo che compromette la capacità di leggere in modo adeguato e di conseguenza di comprendere i testi, di acquisire i contenuti. Studiare risulta essere molto faticoso e spesso non si raggiungono risultati soddisfacenti. La frustrazione che deriva da questo enorme sforzo è tale che molti ragazzi perdono fiducia in loro stessi e interesse nello studio. Tutto ciò è molto penalizzante, lo studi diventa una montagna insormontabile.

Studiare con ImpReading App, strumento compensativo, significa sviluppare una metodologia di apprendimento che rende autonomi nello studio, che dà fiducia agli studenti e che permette loro di raggiungere risultati eccellenti.

Uno dei grandi ostacoli per studenti DSA e BES è imparare le lingue straniere. Sapere le lingue è importantissimo sia ai fini di un futuro lavoro che per cultura personale..
La nostra App facilita lo studio delle lingue, la pronuncia, la scrittura e prepara per l’esposizione orale.

DISLESSIA
NEGLI ADULTI

I disturbi dell’apprendimento non sono una “malattia” per questo “non passano” e non si “guarisce”

Permangono negli adulti difficoltà serie che limitano le capacità dell’individuo sia nel lavoro che nella vita quotidiana.

Gli adulti in alcuni casi sono riusciti ad elaborare degli strumenti che riescono compensare tale disturbo sebbene con enorme sforzo.

Rimangono però difficoltà serie ed oggettive che limitano le capacità dell’individuo sia nel lavoro che nella vita quotidiana.

Queste difficoltà si possono riscontrare nella lettura di documenti, nella preparazione degli stessi, nelle presentazioni, e nell’esposizione di progetti, soprattutto se in lingua straniera.

Il ImpReading Font, strumento compensativo, studiato per DSA e BES permette di leggere in modo più fluido e veloce, di comprendere i testi nella loro interezza; Lo strumento compensativo ImpReading App permette di esser sempre preparati al meglio.

Leggere un documento, una rivista o un libro è sempre stato un momento impegnativo e di grande concentrazione. Con ImpReading Font e ImpReading App leggere diventa facile, veloce e divertente.

La Disgrafia è uno dei 4 disturbi specifici dell’apprendimento non verbale che riguarda la scrittura. In particolare è la “difficoltà spaziale della scrittura.

DISGRAFIA NEGLI
STUDENTI

La calligrafia risulta disordinata, incomprensibile, il testo non è centrato nel foglio, non si rispettano le righe o i quadretti, non riesce nell’incolonnamento dei numeri e cifre, alterna di lettere piccole e grandi, maiuscole e minuscole. Difficoltà nella rappresentazione di forme geometriche.” Inoltre lo studente è molto lento a scrivere.

Il bambino con disgrafia può risultare anche in difficoltà nel coordinamento motorio. Può essere poco organizzato nella gestione del materiale e del lavoro autonomo.

Sebbene la disgrafia sia un disturbo della scrittura, si riflette anche nell’ambito matematico: scrivere e incolonnare male i numeri significa difficoltà nei calcoli, nell’esecuzione in colonna di operazioni, nelle espressioni, in geometria ecc.

Gli insegnanti non riescono a comprendere ciò che scrivono gli studenti.

Strumento compensativo ImpReading Font è stato studiato per DSA e BES. E’ una calligrafia. Imparare a scrivere utilizzando ImpReading Font significa riuscire a leggere la propria scrittura

DISGRAFIA
NEGLI ADULTI

Questo disturbo specifico dell’apprendimento persiste anche in età adulta. L’incapacità organizzativa è penalizzante.

Lo scrivere è un atto automatico che facciamo in modo così naturale che non pensiamo a quanti processi neurologici, muscolari ed articolari mette in atto. Negli adulti, come nei bambini, non sempre questi processi sono istintivi e autonomi, ma richiedono uno sforzo enorme che non sempre porta a risultati concreti.

Esiste anche un tipo di Disgrafia che si manifesta nell’età adulta chiamata “AGRAFIA”. Questa deriva dal funzionamento atipico del sistema nervoso.

è il disturbo specifico dell’apprendimento che riguarda la “Difficoltà nella costruzione della frase verbale e scritta”

DISORTOGRAFIA NEGLI
STUDENTI

Lo studente Disortografico non riesce a scrivere una frase in modo lineare, non associa il suono delle parole alle lettere che scrive. Commette errori sintattici e ortografici. Omette lettere o parti di parola, commette errori di separazione o fusione di parole,  ha difficoltà nel copiare dalla lavagna.

La manifestazione di questo disturbo non è solo nello scrivere, ma riguarda anche l’esposizione orale. Gli studenti disortografici non riescono a esporre un argomento seguendo le linee temporali, la cronologia degli avvenimenti, hanno difficoltà a esprimersi correttamente, invertono all’interno della frase il verbo con l’aggettivo o con il nome; le frasi sia verbali che scritte risultano incomprensibili. Non riescono ad esprimere i propri pensieri

Compensa i tuoi disturbi di apprendimento utilizzando la nuova metodologia di studio ImpReading.

Leggere e scrivere con ImpReading Font e ImpReading App studiati per DSA e BES sono un grande aiuto per tutti.

ImpReading Font è l’unico strumento compensativo che soddisfa 3 dei 4 disturbi specifici DSA.

DISORTOGRAFIA
NEGLI ADULTI

E’ doveroso ricordare che i disturbi specifici dell’apprendimento non compaiono negli adulti, ma persistono sin dalla nascita.

Nell’adulto, come nei bambini, la disortografia crea grandi disagi sia nella vita quotidiana che nel lavoro. Le difficoltà nell’esposizione è un limite per molte professioni, soprattutto per chi deve parlare in pubblico. L’impossibilità di scrivere correttamente in maniera automatica comporta un grandissimo dispiego di energia e di concentrazione e un grandissimo impiego di tempo.

è il 4° tra i disturbi specifici dell’apprendimento e riguarda la matematica. Il soggetto ha difficoltà logiche-spazio-temporali e visuo-spaziali. Difficoltà nei calcoli a mente, calcoli scritti, incolonnare i numeri, posizionare i numeri e difficoltà nel valutare le quantità.”

DISCALCULIA NEGLI
STUDENTI

La discalculia è la difficoltà che i bambini incontrano con i numeri e la matematica più in generale. Bisogna premettere subito che spesso la discalculia  (cioè il disturbo relativo all'apprendimento del sistema dei numeri e dei calcoli) si presenta associata alla dislessia, ma in alcuni casi, anche se piuttosto rari, è un problema che si riscontra in modo isolato nei bambini.

Gli errori più frequenti che compiono gli studenti Discalculei sono nell'identificazione dei numeri e nello scriverli, capire i rapporti fra le cifre all'interno di un numero (es Migliaia, centinaia, ecc) incapacità di scrivere numeri sotto dettatura, errori nel numerare in senso progressivo, difficoltà nello svolgimento delle  quattro operazioni matematiche, incapacità di dare il giusto valore ai numeri, confusione dei segni matematici (più, meno, per e diviso) difficoltà ad analizzare e riconoscere i dati di un problema, difficoltà nell’applicazione delle procedure di calcolo

DISCALCULIA
NEGLI ADULTI

Le difficoltà che incontrano gli adulti discalculei sono le stesse degli studenti.

Ci sono strumenti compensativi come la calcolatrice, i computer ecc che oggi riescono a fare tutti i tipi di calcoli. Gli a adulti grazie a questi riescono a compensare tali difficoltà. Nella vita di tutti i giorni questa difficoltà può essere completamente compensata.